Una stella di Hollywood scomparsa in un buco nero: sono due mesi ormai che si sono perse le tracce dell’attrice cinese Fan Bingbing. Protagonista di  blockbuster globali hollywoodian come X-men e Iron men, cantante e modella in Cina, testimonial Cartier e Vuitton, Bingbing è stata, secondo la rivista Forbes, nel 2015 la quinta attrice più pagata al mondo. La sua ultima apparizione pubblica risale a giugno, quando ha fatto visita  a un ospedale per bambini cardiopatici in Tibet. Il prossimo 26 ottobre è in programma l’uscita del film Air Strike, di cui lei è parte del cast assieme a Bruce WillisYe Liu e Adrien Brody. Il film uscirà in simultanea in Cina e negli Stati Uniti.

Dalla ricostruzione del New York Times, sembra che dietro la sparizione dell’attrice ci siano motivi fiscali. Lo scorso maggio un celebre presentatore televisivo e blogger cinese Cui Yongyuan l’ha accusata di evadere il fisco con cosiddetti “contratti yin-yang”. L’uomo aveva postato la fotografia di due contratti dell’attrice per un film intitolato Cellphone 2: uno illustrava le condizioni di pagamento reali e un altro una cifra più bassa per le autorità fiscali. Lo studio di produzione per cui lavora Fan Bingbing ha negato qualsiasi frode e all’origine del gesto del presentatore, secondo i media cinesi, ci sarebbe stato un vecchio rancore con il regista del film in questione. L’intenzione non era quindi quella di colpire l’attrice nello specifico, per questo il presentatore ha ritirato tutto dai social.

Ma da quel momento in poi, diversi rumors sono comparsi sui media cinesi, per poi sparire poco dopo: prima un settimanale scrive che alla star è stato vietato di lasciare la Cina, poi il giornale statale China Securities Daily assicura che è “sotto controllo e in attesa di giudizio” per evasione fiscale e poi  ancora il giornale online, SupChina sostiene che l’inchiesta per frode fiscale è solo “la punta dell’iceberg” – notizia ripresa anche dal settimanale francese l’Express. Il New York Times, invece, ha riportato che l’attrice potrebbe essere agli arresti, dopo che l’ufficio fiscale cinese aveva annunciato un’indagine sull’evasione fiscale nel mondo del cinema e della televisione. Dal governo invece nessun commento ufficiale, anche se è un momento in cui tenta di ridurre i comportamenti che sembrano orientati contro l’ideologia del Partito comunista al potere – sottolinea il quotidiano statunitense. Sospetti confermati o meno, i fan di Fan Bingbing, che sui social sono 62 milioni, si chiedono che fine abbia fatto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bob Sinclair, il famoso dj è stato lasciato dalla moglie perché “la sua vita è davvero troppo noiosa”

prev
Articolo Successivo

Fabrizio Corona coinvolto in una rissa si scusa: “Non succederà più, ho demoni dentro che tengo nascosti”

next