Tania Cagnotto in autunno tornerà ad allenarsi assieme a Francesca Dallapè in vista dei Giochi di Tokyo 2020. Ad annunciarlo è stata la stessa tuffatrice, medaglia di bronzo e d’argento a Rio 2016, in un’intervista a Gente: “Non ne volevo sapere, ma devo dire che da un mesetto la sfida mi stuzzica”. La notizia arriva all’indomani degli Europei di Glasgow in cui Elena Bertocchi e la 15enne Chiara Pellecani hanno vinto l’oro nella stessa specialità delle due nuotatrici.

“La loro vittoria mi ha fatto riflettere perché, dovessimo qualificarci, mi dispiacerebbe togliere loro spazio”, afferma la Cagnotto aggiungendo che in ogni caso è tutto in divenire. “Mi piacerebbe un secondo figlio. Magari, sempre se dovessimo qualificarci, dopo Tokyo. Ma se rimango di nuovo incinta, rinuncio al podio. Un figlio vale più di qualsiasi medaglia“, ha spiegato.

Cagnotto vanta 10 podi ai mondiali di tuffi, compreso un oro conquistato a Kazan nel 2015, e ben 29 medaglie in campo europeo dove per venti volte ha conquistato il metallo più pregiato. Nel maggio 2017 si è ritirata perché incinta della sua primogenita Maya, la bimba è nata sette mesi fa dal matrimonio della nuotatrice con Stefano Parolin. La coppia si è sposata il 24 settembre 2016. “Vivo solo per lei – ha confessato alla rivista – Ho partorito in acqua e lei ama già molto la piscina: possiamo dire che è da sempre un pesciolino”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Kobe Bryant, il mito dei Lakers compie 40 anni: numeri e record del Black Mamba

prev
Articolo Successivo

Vuelta, parte dalla Spagna la rincorsa al Mondiale di Vincenzo Nibali

next