Circa 900 persone, tra turisti indonesiani e stranieri, stanno cercando di lasciare le isole di Gili, dopo che un terremoto di magnitudo 7.0 ha colpito l’Indonesia, provocando almeno 142 morti e centinaia di feriti. Roberto Cinardi, che è sull’isola di Trawangan, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook una serie di video in cui si vede un traghetto, venuto per portare via le persone bloccate lì, letteralmente preso d’assalto da turisti e abitanti del posto. “Da ieri sera siamo bloccati su Gili Trawangan. Il villaggio è crollato quasi interamente, abbiamo passato la notte su una collina per il rischio tsunami e dall’alba aspettiamo i soccorsi indonesiani. Ci sono stati morti e feriti e il cibo è finito. Non c’è nessuna autorità che sappia gestire la situazione di emergenza e non ci sono navi e mezzi sufficienti all’evacuazione. le uniche imbarcazioni che arrivano sono teatro di scene disumane con turisti in preda al panico”