Stephanie Clifford, alias Stormy Daniels, la pornostar nota per le accuse rivolte al presidente Usa Donald Trump, è pronta a volare in Gran Bretagna per entrare nella casa del Grande Fratello Vip. A rivelarlo sono i tabloid inglesi, che riportano anche il cachet stellare preteso (e ottenuto) dalla diva del porno: 560 mila euro per soli sette giorni di presenza nel cast del reality. Ma la sua partecipazione al programma è stata in forse fino all’ultimo. Sì perché questa cifra era stata inizialmente pattuita per quattro settimane nella casa, ma poi Stormy ci ha ripensato e ha detto che il compenso era troppo basso, minacciando di far saltare tutto.

Alla fine si è riusciti a trovare un compromesso: “Voleva così tanti soldi che i produttori non hanno potuto accettare la sua richiesta — ha dichiarato un portavoce del programma al Daily Mail —. Alla fine hanno preferito ospitarla per un breve periodo piuttosto che non averla affatto. Questo cachet è da record, ma tutti i professionisti coinvolti nello show sperano che ne varrà la pena”. Il programma andrà in onda il 17 agosto in Gran Bretagna su Channel 5.

Stormy Daniels è diventata famosa in tutto il mondo per aver rivelato di aver avuto una relazione con Donald Trump e di aver ricevuto nell’ottobre del 2016 (un mese prima delle elezioni) 130 mila dollari da Michael Cohen, l’allora avvocato del tycoon, per non divulgare la notizia. Non solo, in un’intervista rilasciata tempo fa alla Cbs, ha rivelato che durante la notte a luci rosse in una camera d’albergo a Lake Tahoe nel 2006, avrebbe sculacciato Donald Trump con una rivista che aveva in copertina proprio la sua stessa immagine.  Ma non solo il rapporto sessuale sarebbe stato non protetto e accompagnato da questa frase: “Mi disse, ‘sei speciale, mi ricordi mia figlia, sei intelligente e bella, sei una donna da tenere conto, mi piaci’”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Meghan Markle, incidente sexy il giorno del suo compleanno: ecco cosa è successo

prev
Articolo Successivo

Sonia Bruganelli replica duramente a Diva e Donna: “Non giocate con i titoli. Nessun figlio in arrivo”

next