Mi è toccato affrontare i bulli per difendere mio figlio“, a parlare è Emanuela Folliero che al settimanale Oggi racconta un brutto episodio che ha coinvolto il suo Andrea durante una vacanza in Sardegna. L’ex annunciatrice del Tg4 ha svelato che dei ragazzi più grandi avevano sfidato il suo bambino di dieci anni tormentandolo per giorni e minacciando di picchiarlo se non avesse eseguito un loro ordine. Andrea, nato nel 2008 dall’unione tra la conduttrice e l’ex marito Enrico Maellano, si è sentito in trappola non sapendo come sottrarsi a quella situazione.

Eravamo in un villaggio in Sardegna, un giorno torno in camera e vedo mio figlio bianco come un cencio. Penso a una congestione e invece scopro che stava cercando, insieme ad un suo amico, una via di fuga“, ha raccontato la Folliero al settimanale diretto da Umberto Brindani. Per poi continuare: “Alcuni bulli, ragazzotti di buona famiglia 30 cm più alti di me, gli avevano detto: o fai il dito medio a tua madre o ti meniamo. Sono diventata verde come Hulk e li ho travolti”.

La conduttrice ha confidato di provare a nutrire autostima a suo figlio, avuto a quarantatré anni quando meno se lo spettava, per farlo sentire maggiormente apprezzato:“Andrea ha una marcia in più. È molto sensibile. Non bisogna fare un complimento a un figlio solo se fa cose straordinarie. I bambini hanno bisogno di autostima”. Dopo ventotto anni, lo scorso 7 luglio, la Folliero si è congedata come annunciatrice di Rete 4: “Vi ringrazio per avere seguito i programmi della nostra rete. Vi auguro una felice notte, un’estate meravigliosa e una vita piena di gioia. Ciao a tutti”.

Com’è noto da settembre la rete diretta da Sebastiano Lombardi subirà un vero e proprio restyling grafico ed editoriale. Cosa ci sarà dunque nel suo futuro? La conduttrice ha in essere un contratto di esclusiva con Mediaset con nuovi progetti in arrivo: “C’è un format sul benessere praticamente già pronto. Poi sono d’accordo con la rete che ci rivedremo a settembre per trovare altre soluzioni”, ha dichiarato a Il Giornale qualche settimana fa.