Johnny Adieu. Vanessa Paradis si è definitvamente lasciata alle spalle la relazione con Johnny Depp. La cantante e attrice francese ha sposato lo scrittore e regista Samuel Benchetrit. Il matrimonio è stato rivelato dal giornale francese Le Parisien. Le nozze sono state celebrate sabato a Saint-Simeon, nella regione di Seine-et-Marne. La sposa indossava un abito color crema e aveva tra i capelli dei fiori; il marito invece aveva un abito blu. La cerimonia intima, a cui erano presenti qualche decina di invitati, è durata circa 30 minuti e si è tenuta nel municipio di Saint-Simeon, a est di Parigi.

Alcune foto sul sito del giornale mostrano i due che lasciano la sede del Comune mano nella mano, mentre gli invitati lanciano dei coriandoli. Fra gli invitati anche il cantautore Matthieu Chedid, il cantante Raphaël e naturalmente Lily-Rose, la figlia 19enne di Vanessa Paradis e Johnny Depp. La figlia è nata durante i 14 anni di relazione fra i due, che si è conclusa nel 2012. I due non si sono mai sposati e hanno avuto anche un altro figlio, Jack. Vanessa Paradis e Samuel Benchetrit, entrambi 45enni, avevano ufficializzato la loro relazione ad agosto del 2017. L’attrice ha diversi legami con questa piccola cittadina francese di 900 abitanti vicino Coulommiers. È proprio a Saint-Simeon che il padre è morto alla fine del 2017. Il padre possedeva un ristorante, Les Sources, nel vicino villaggio di Saint-Rémy-la-Vanne, spiega Le Parisien Dimanche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Patrimonio Unesco, sì alla città di Ivrea ma non passa (per ora) la candidatura delle Colline del Prosecco

next
Articolo Successivo

Massimo Giletti, il conduttore bacia Angela Tuccia: è di nuovo passione tra i due?

next