“Come parte della sua campagna di responsabilità sociale, Burger King offre una ricompensa a ogni donna che si fa mettere incinta dalle stelle del calcio. Ogni donna riceverà tre milioni di rubli e una scorta di hamburger Whopper a vita. Avanti, crediamo in te!”. Il messaggio non è un fake o un meme creato ad hoc da qualche buontempone con dubbio senso dell’umorismo: si tratta di una campagna messa a punto dalla grande catena di ristorazione fast food e veicolata in Russia durante i mondiali di calcio. Lanciata su VKontakte, il Facebook russo, la campagna ha suscitato subito accese polemiche tanto che Burger King l’ha rimossa quasi subito e sono arrivate le scuse: “Ci scusiamo per la nostra dichiarazione, che si è rivelata troppo offensiva”. C’è chi sostiene che la grande catena abbia giocato con la polemica per attirare l’attenzione in un momento clou come quello dei Mondiali…

Articolo Precedente

Antonio Lubrano, che fine ha fatto il ‘difensore civico’ più amato dai telespettatori?

next