Fatti mandare dalla mamma a prendere il trapper. C’è una nuova stella in casa Morandi: si tratta di Pietro, il figlio avuto con la seconda moglie Anna Dan. Il 15 giugno è uscito su YouTube “Pizza e Fichi” il nuovo brano di Tredici Pietro, questo il nome d’arte scelto dal baby Morandi. Non male per essere il debutto ufficiale. La produzione è orecchiabile e il ragazzo tutto sommato ha una propria credibilità. “Tredici Pietro, sono l’ultimo arrivato, ma anche l’ultimo ad andarsene” canta in mezzo a un campetto di basket rispettando tutto l’immaginario stilistico della trap: outfit dai colori sgargianti, sneakers firmate e quel tocco di autotune che non guasta mai. Se non si conoscesse la reale identità dell’artista potrebbe benissimo essere scambiato per uno dei tanti trappers che spuntano ogni giorno su YouTube.

Invece Pietro di cognome fa Morandi e l’impatto mediatico è completamente diverso. Sotto il video non sono mancano commenti di apprezzamento e supporto verso il giovane artista. Tanti anche i meme che hanno invaso in questi giorni i social. Della sua passione per questo genere ne eravamo già a conoscenza. Un annetto fa era diventato virale un video girato assieme al padre in cui ascoltavano la trap omaggiando artisti come Izi, Tedua e la Dark Polo. Adesso si è lanciato in questa nuova avventura professionale. Il prossimo passo potrebbe essere un feat con papà Gianni. Magari su una base trap, perché no? Di questi tempi “fatti mandare dalla mamma a prendere il trapper” potrebbe diventare un nuovo tormentone estivo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Osteria Francescana è il migliore ristorante del mondo: Massimo Bottura torna in vetta alla classifica

next
Articolo Successivo

Heather Locklear ricoverata in ospedale: “Ha tentato il suicidio”

next