Testi di Seneca e Marx per “non cadere nella trappola della banalità” se si parla della dote tutta umana dell’immaginazione e brani di Alda Merini per il saggio sulla solitudine nell’era in cui tra smartphone e tv “cerchiamo di infilarci di nuovo nel caos”. Ma sul fronte storico, sia la traccia del saggio breve sulla cooperazione internazionale che quella della Tipologia C sul principio di uguaglianza nella Costituzione sono temi difficili, che richiedono una solida preparazione storica e che generalmente gli studenti non hanno “visto che arrivano affannosamente e con fatica al secondo dopoguerra”. A commentare le tracce della maturità per ilfattoquotidiano.it intervengono Ascanio Celestini, il prof di storia della Statale Marco Cuzzi, la ricercatrice di sociologia alla Scuola Normale Superiore di Pisa Elena Pavan e la docente del dipartimento di Informatica della Sapienza Chiara Petrioli (qui tutte le tracce).

Esami di maturità 2018, commenti alla prima prova. “Tema sulla Costituzione? La nostra classe dirigente non saprebbe farlo”. “Sulla clonazione traccia difficile”

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Esami di maturità 2018, Bassani e le persecuzioni razziali. Celestini: ‘Tema legato a ciò che sentiamo in questi giorni’

prev
Articolo Successivo

Esami di Maturità 2018, le tracce d’Italiano della prima prova non hanno risparmiato nessuno

next