“Tutti gli italiani si sono resi conto che dopo 86 giorni stiamo assistendo ad una pagliacciata che ha due colpevoli: Salvini e Di Maio. Stanno prendendo in giro gli italiani e gli stanno bruciando i risparmi. Questa cosa dello spread aumentato è la dimostrazione della cialtroneria di Salvini e di Di Maio“. Sono le parole del senatore Pd, Matteo Renzi, ospite di Otto e Mezzo, su La7. “Elezioni a luglio?” – continua – “Il Pd è prontissimo, ma gli italiani ti prendono per matto, perché nella storia italiana mai si è votato a luglio. Sono esplosi i mercati. Il povero presidente della Repubblica è stato vergognosamente insultato e lui ha dimostrato la sua forza e la sua grandezza, mantenendo la lucidità. Per una volta il Pd non c’entra niente. Stavolta questi due signori, Cip e Ciop, sono i veri responsabili di questa situazione di grande, grande, grande gravità”. Renzi cita il contratto di governo M5s-Lega e il professor Paolo Savona: “Sostenere che in un fine settimana si esca dall’euro è allucinante. Io il fine settimana vado a Forte dei Marmi, un altro il fine settimana va a Fregene, un altro ancora esce dall’euro. Per andare dove non si sa. Questa cosa qua, se la vogliono fare, devono avere il coraggio di dirla agli italiani. Vogliono mettersi insieme M5s e Lega? Un abbraccio affettuoso a tutti gli autorevoli artisti che sono andati in tv a dire che i 5 Stelle sono di sinistra“. Poi l’ex presidente del Consiglio rincara: “Stanno iniziando a dire che l’Italia farà la fine della Grecia. Erano 5 anni che non si sentiva più questa espressione. Mattarella deve avere il sostegno di tutti, perché è l’arbitro. Di Maio e i 5 Stelle? Sono passati dalla Casaleggio Associati alla Casaleggio Dissociati. E’ un telenovela sudamericana, con tutto il rispetto per il Sudamerica che non merita questo accostamento”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Calenda a Giorgetti: “Problema non è Ue, ma speculatori. Danni per risparmiatori non per élite, che portano soldi fuori”

prev
Articolo Successivo

Governo, Renzi: “Di Maio? Ci vuole uno specialista bravo per capirlo. Siamo passati da colpo di Stato a colpo di sole”

next