Non poteva mancare la benedizione di Sua Santità, Papa Francesco, alla prima gara romana di Formula E, giovane competizione per monoposto elettriche che si svolge su circuiti cittadini. Il Santo Padre ha, infatti, dato il benvenuto a dirigenti e piloti giunti a Roma per il primo E-Prix capitolino della storia, in programma sabato 14 aprile.

L’incontro con Papa Francesco si è svolto presso la residenza papale di Santa Marta. Qui, prima della canonica udienza papale, il fondatore e CEO di Formula E, Alejandro Agag – accompagnato dal Presidente ACI, Angelo Sticchi Damiani – i piloti e un team di rappresentanti, hanno ricevuto una benedizione apostolica. Più della metà dei team in gara e la vettura ufficiale del campionato hanno fatto visita a Città del Vaticano.

Sabato 14 aprile, Roma si unirà alla lista delle città che ospitano la Formula E – che, fra le tante, include New York, Hong Kong e Parigi -, campionato che attualmente è arrivato alla sua quarta edizione: vi partecipano 10 squadre e 20 piloti, che gareggiano in 10 città distribuite su cinque continenti. L’apertura della stagione si è svolta a Hong Kong tra il 2 ed il 3 dicembre, mentre la gara finale del campionato si correrà New York il 14 ed il 15 luglio. Molti i costruttori che hanno aderito al progetto, fra cui Audi, BMW, Nissan e, nelle ultime ore Mercedes-Benz e Porsche.

Il tracciato dell’E-Prix romano misura 2,7 km, uno dei più lunghi della stagione: la prima sessione di prove libere inizierà alle 8 del mattino, alle 10 ci sarà la seconda, mentre alle 12 sono previste le qualifiche, con la gara che avrà luogo alle 16. La copertura televisiva sarà garantita, in diretta, da Mediaset sui canali Italia 1 e Italia 2. Le auto si sfideranno fra le strade del quartiere Eur, comprese fra via Cristoforo Colombo, via Laurentina e via dell’Oceano Atlantico, interessate in questi e nei prossimi giorni dai lavori di allestimento e smantellamento del circuito.