Donatella Versace si racconta al sito di moda Ssence, e il racconto non è quello che tutti si aspettano. Lustrini e lusso del mondo dorato della moda cedono infatti il posto a una confessione privata, che non ti aspetti, nella quale Donatella racconta dei tanti anni nei quali ha fatto uso di cocaina. La morte di Gianni, la responsabilità di dirigere una grande maison e la dipendenza: “I rari momenti in cui rimanevo sola con la mia dipendenza, mi rendevo conto di essere molto, molto malata… ma un nuovo impegno era sempre dietro l’angolo. Alcune sere non mi controllavo più e mi umiliavo davanti ai miei figli. L’odio che provavo verso me stessa aumentava di giorno in giorno”. Ad aiutarla nel difficile percorso della disintossicazione è stato Elton John, suo amico di sempre, che l’ha accompagnata in un centro in Arizona: “La dipendenza ha lo stesso effetto su tutti. Peggio delle crisi di astinenza è lo choc che si vive quando si torna nella realtà. La droga mi ha impedito di vedere quante cose brutte ci fossero attorno al business della moda“, ha detto ancora la stilista che oggi è uscita da questa spirale e ed è finalmente “libera”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Isola dei Famosi 2018, Eva Henger: “Bianca Atzei ci ha provato con Nino Formicola, le piacciono gli uomini grandi”

next
Articolo Successivo

Wanna Marchi e Lele Mora insieme in discoteca: il video (trash) della serata finisce sui social

next