“Durante la campagna elettorale percepivi un certo malessere? Il 4 marzo ti ha svuotato di ogni energia? La Casellati presidente del Senato ti ha dato il colpo di grazia? Festeggiaci su e R.I.P.ARTY”. E’ il claim, diciamo così, di una festa organizzata per venerdì prossimo dai Giovani Democratici della Balduina, una zona di Roma. “E se non bastasse, prova a pensare che solo da poche ore Di Maio o Salvini potrebbero essere incaricati come presidente del Consiglioconclude l’invito, pubblicato su facebook, che come immagine ha un fumetto il cui protagonista è Matteo Renzi, vicino a delle bare. Se l’intento era quello del black humour di sicuro non è stato accolto dal Partito Democratico e in particolare da Luciano Nobili, renziano e uomo forte del Pd a Roma. “Quello che ho appena scoperto è di una gravità senza precedenti – scrive – I Giovani Democratici del XIV Municipio di Roma hanno organizzato una festa per celebrare la sconfitta del Partito Democratico del 4 marzo e l’hanno dedicata alla ‘morte’ (si spera politica) di Matteo Renzi. Con tanto di ‘Riposa in pace’ e l’immagine del nostro ex segretario davanti alla bara. Neanche i troll più sanguinari del M5S e della Lega sono mai arrivati ad un’indecenza simile. Sono stato nel 2007 uno dei fondatori dei Giovani Democratici. Oggi mi vergogno dell’organizzazione che ho contribuito a far nascere”.

Per Nobili “non è una bravata, ma di un evento promosso dall’organizzazione ufficiale dei Gd e come se non bastasse tra i partecipanti ci sono autorevoli dirigenti, tra cui il segretario romano. Si tratta di un atto indegno che meriterebbe provvedimenti immediati ed esemplari. Ne va della vita stessa della nostra comunità politica”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Orlando: “Se i 5 stelle rinunciano alla Lega siamo pronti a discutere. Pd sia più attivo”

next
Articolo Successivo

Terremoto, l’appello dei sindaci del cratere: “Nuovo governo cambi procedure per la ricostruzione o spariremo”

next