È nata come un’auto virtuale l’Audi e-tron Vision Gran Turismo, di quelle che si possono guidare solo alla PlayStation. Poi, però, a Ingolstadt (sede dell’Audi), devono averne compreso meglio le potenzialità a livello di comunicazione e pubblicità: per questo la concept car elettrica ha preso la strada della produzione e accompagnerà le prossime gare di Formula E, a cominciare dall’E-Prix di Roma, il 14 aprile. Al volante ci saranno “manici” del calibro di Dindo Capello (plurivincitore alla 24 Ore di Le Mans) e l’ex pilota del DTM Rahel Frey.

Progettata in appena 11 mesi, la vettura sarà utilizzata per far scorrazzare clienti e ospiti, in veste di passeggeri naturalmente, sui circuiti di gara del campionato per monoposto elettriche. “Grazie all’uso della Audi e-tron Vision Gran Turismo come race taxi, i nostri clienti e i nostri ospiti potranno sperimentare in prima persona la mobilità elettrica nell’ambito delle gare di Formula E che si svolgono tra le vie delle più importanti città del mondo”, commenta in una nota ufficiale Peter Mertens, Membro del Board per lo Sviluppo tecnico di Audi.

La e-tron Vision Gran Turismo si ispira alla celebre Audi 90 quattro IMSA GTO del 1989, spinta da un motore 5 cilindri turbo e dotata di trazione integrale: quest’ultima è presente anche sul nuovo prototipo. La vettura è dotata di tre motori elettrici, ciascuno da 200 kW: due azionano l’assale posteriore, mentre il terzo è collegato all’anteriore. La potenza complessiva tocca i 600 kW (815 cavalli), chiamati a spingere un peso a vuoto di 1.450 kg: l’auto disintegra il canonico ‘zero-cento’ in meno di 2,5 secondi.

“Anche se la progettazione di veicoli virtuali lascia molta più libertà e permette di creare concept difficilmente riproducibili nella realtà, non era nostra intenzione realizzare un’auto puramente di fantasia”, spiega Marc Lichte, Responsabile Design Audi. “La nostra auto doveva essere completamente funzionante. Su questa vettura si ritrovano numerosi elementi del nostro nuovo linguaggio di design, come ad esempio il single frame invertito in tinta con la carrozzeria, che sarà il tratto distintivo dei nostri nuovi modelli e-tron”.