Lo ‘sgarbo’ di Letizia. Potrebbe essere il titolo di un romanzo, ma è quello che è accaduto in Spagna: protagoniste Letizia Ortiz, moglie del re Felipe IV e la suocera, la regina emerita Sofia di Grecia. Alla fine della messa di Pasqua nella cattedrale di Palma di Maiorca, la regina emerita ha provato a farsi fare una foto con le sue nipotine, figlie di Letizia e Felipe, la principessa Leonor e l’infanta Sofia. Ma la madre Letizia si è messa in mezzo, letteralmente: ha preso infatti posto davanti al fotografo per impedire che le tre venissero immortalate insieme. La scena si è ripetuta poco dopo, sotto lo sguardo perplesso del re Felipe e del re emerito Juan Carlos. L’episodio è molto discusso sui social ed è intervenuta anche Marie Chantal di Grecia che in un tweet ha scritto: “Letizia ha mostrato la sua vera faccia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carolyn Smith: “Il cancro è tornato. Ho perso molti amici e allievi parlandone: ma bisogna farlo, per dire che si può guarire”

next
Articolo Successivo

Cicciobello Morbillino, Giochi Preziosi lancia il bambolotto col morbillo. Burioni: “Banalizza la malattia”. L’azienda replica: “Non lo ritiriamo”

next