Dries Martens. Un nome che uno scrittore potrebbe scegliere per il protagonista del suo romanzo. E non sarebbe difficile trovare ispirazione, magari basandosi su Dries Mertens, quello in carne e ossa. Il calciatore che aiuta i senzatetto. Racconta il Corriere della Sera che vedere Mertens distribuire pizza a chi dorme e vive in strada non è così difficile, a patto di riconoscerlo. Coperto da cappellino e occhiali a ribadire che certe cose non si fanno per farsi belli ma perché davvero si ha voglia di dare una mano a chi ha bisogno, Mertens gira per la stazione di piazza Garibaldi e porta conforto.

Un impegno, quello del calciatore, che arriva anche nelle corsie di ospedale, dove spesso va a trovare bambini ammalati e porta loro sorrisi, speranza. Il Corriere scrive ancora che insieme alla moglie, Dries aiuta i cani abbandonati: è grazie a loro, un canile della periferia di Napoli che rischiava di chiudere, ora è salvo. Insomma, un grande giocatore, ma soprattutto un grande uomo Dries Martens. Possibile protagonista di un (bel) romanzo.