Che senso ha festeggiare quattordici anni dopo un disco d’oro? Lo deve aver pensato ieri Fabri Fibra mentre si trova negli Stati Uniti.  “Ecco un’altra certificazione” avrà esclamato, lontano da tutto e tutti. Per lui che in carriera ne ha collezionati così tanti e forse non sa neanche più dove metterli, il rischio forse è farci l’abitudine.

Questa volta però è diverso. Se Fabri Fibra oggi è Fabri Fibra lo si deve soprattutto a Mr Simpatia, album uscito nel 2004. Un disco spartiacque nella carriera del rapper di Senigallia. Un album che gli spalancherà le porte nel mainstream e lo farà conoscere al grande pubblico. Ieri è arrivata la conferma dalla FIMI: Mr. Simpatia dopo 14 anni è diventato disco d’oro. Nel suo libro, Dietrologia, Fibra inquadra così il suo progetto: “Voglio dirvi una cosa che penso da molto: Mr. Simpatia l’ho fatto io, l’ho scritto io, l’ho pensato io, l’ho realizzato io, l’ho portato in tour io, Mr. Simpatia sono io. Quel disco ha cambiato la storia del rap italiano, non ci sono cazzi“.

E come dargli torto. Era il 2004 l’Italia non era pronta ai suoi testi così nudi e crudi. Un album scritto e prodotto con l’intento di smuovere le certezze, di rimescolare le carte, insomma di scuotere l’opinione pubblica. A partire dalla copertina, con Fibra nel suo ufficio che si è appena sparato un colpo in testa. Si può dire che Mr Simpatia abbia spianato la strada agli artisti e a tutto il movimento. Con coraggio e un po’ di follia si è messo in gioco e ha vinto la sua scommessa. Un disco che dal vivo emanava un’energia incredibile. Dentro c’era il biglietto da visita di Fabrizio Tarducci: un rapper metricamente impeccabile, schietto, sincero e senza peli sulla lingua.

Ecco perché quattordici anni dopo ha senso festeggiare questo traguardo. Riconoscere l’importanza che ha avuto in un preciso momento storico. Un album che ancora oggi divide critica e ascoltatori per testi e rime. Senza quel cd oggi non apprezzeremmo pezzi come “Stavo Pensando A Te”, “Pamplona” e una lista infinita di hit. Chissà se ripenserà al passato, Fabri Fibra. Alle difficoltà, alle sofferenze e alle attese. Oppure si godrà il presente pensando al futuro. Quello che conta è che non passi inosservata questa notizia. Mr. Simpatia è l’album che ha rivoluzionato un po’ tutto. Fibra compreso.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tomorrowland 2018, in Italia per la prima volta. Il festival della musica dance ed elettronica sarà al Parco di Monza

next
Articolo Successivo

Altre di B, il nuovo album rientra nel mio fagotto personale di canzoni

next