Nel giorno di San Valentino, Greenpeace propone sei eco-consigli per “andare in verde”. L’amore per il Pianeta si dimostra anche in queste occasioni visto che, come tutte le attività umane, anche il sesso ha un impatto significativo sul Pianeta.

Il vecchio slogan sessantottino Fate l’amore, non la guerra  che pare nasca da una scritta sui muri dell’Università di Nanterre – è un consiglio che Greenpeace (fedele al suo Dna pacifista) ripropone anche alla luce di recenti studi, che dimostrano come fare l’amore sia un antidoto contro l’aggressività. Un gruppo di ricercatori del California Institute of Technology (Caltech) di Pasadena ha individuato una correlazione tra le aree cerebrali che governano l’aggressività e quelle che rispondono agli stimoli sessuali.

Il primo passo per chi vuole amare rispettando l’ambiente è spegnere le luci. Si risparmiano energia ed emissioni di Co2. Se volete vedere il vostro partner, fate l’amore durante il giorno, oppure scegliete candele rigorosamente in cera d’api.

Attenzione anche al menù.

Ostriche e frutti di mare saranno pure afrodisiaci, ma filtrano l’acqua e accumulano le sostanze inquinanti. Se scegliamo di consumare pesce o frutti di mare, preferiamo prodotti freschi, di provenienza locale e da pesca artigianale. Via libera a peperoncino, zenzero, mandorle, asparagi, se provenienti da agricoltura biologica: un tête-à-tête con i pesticidi non è molto romantico. Vegetariana, leggera e sostenibile è la cena perfetta per una serata… movimentata.

Aiutare il pianeta può essere eccitante e allora perché non lavarsi assieme? Nella doccia e non nella vasca per risparmiare acqua. E poi a letto, per chi è attento ai cambiamenti climatici, il consiglio di Greenpeace è di abbandonare i lubrificanti a base di combustibili fossili, come la vaselina, e preferire quelli a base di acqua (ma la lingua resta comunque lo strumento migliore).

Il sesso è anche gioco. Evitate però i gadget contenenti PVC, la cui produzione è altamente inquinante: meglio oggetti in gomma naturale o cuoio. Può essere divertente inventare dei giochi di ruolo ecologici, interpretando parti diverse e trovando una soluzione erotica a problemi che riguardano l’ambiente.