Se Carrie e Samantha sono migliori amiche, lo stesso non si può dire di Sarah Jessica Parker e Kim Cattral. Tra le protagoniste di Sex and the City, la serie tv icona degli anni Novanta, da qualche tempo ormai non corre buon sangue, ma nei giorni scorsi il disaccordo tra le due è sfociato in una vera e propria lite sui social. Il motivo? La morte a soli 55 anni del fratello della Cattral, deceduto domenica scorsa in Canada. Lei ha ringraziato con un post su Instagram i fan, gli amici e i colleghi di Sex and the City per esserle stati vicino. Ma ha chiesto anche rispetto e privacy dopo la diffusione della notizia. Richiesta, però, che la Parker ha ignorato, dicendole in un programma tv: “Tesoro ti faccio le mie più sentite condoglianze”.

Kim Cattral non ha affatto apprezzato le attenzioni di Sarah Jessica Parker e le ha prontamente replicato con un post al vetriolo: “Oggi mia madre mi ha chiesto ‘quando diavolo quell’ipocrita di Sarah Jessica Parker ti lascerà in pace?’. Voglio essere MOLTO chiara con te, nel caso in cui non lo fossi già stata. Non fai parte della mia famiglia. Non sei mia amica. Quindi ti sto scrivendo per dirti un’ultima volta di smetterla di sfruttare la nostra tragedia per passare da brava ragazza”.

E, per concludere, inserisce il link di un articolo dello scorso anno del New York Post che ricostruisce come e perché si siano deteriorati i rapporti fra quelle che sullo schermo, ed evidentemente solo lì, erano amiche inseparabili. Proprio queste tensioni tra le protagoniste stanno bloccando il progetto di un terzo film di Sex and the City, che dopo sei stagioni compie vent’anni. Pare che Kim Cattral si sia rifiutata di recitare con la Parker, definendo “tossico” il rapporto fra il cast: per questo, c’è anche chi ha messo in campo l’ipotesi di far morire il suo personaggio per continuare la produzione. Come si suol dire,”the show must go on“.