Brizzi sta molto bene, è sereno, è solo sconcertato dalla modalità con cui tutti questi avvenimenti sono stati rappresentati non negli ambiti dove necessariamente devono essere trattati che sono gli ambiti istituzionali”: con queste parole il legale di Fausto Brizzi è intervenuto telefonicamente questa mattina durante la trasmissione Mattino Cinque. “Il mio assistito – ha aggiunto –  chiarirà quando le autorità necessarie a chiarire questi fatti lo convocheranno. Abbiamo chiarito la posizione del mio assistito fin dall’inizio: smentisce qualsiasi forma di abuso, violenza, prevaricazione e coartazione nei confronti di chicchessia. Questa è una posizione molto chiara, il comunicato parlava chiaro”.

E infine un cenno alla testimonianza riportata durante la trasmissione, quella di Vanya Stone, tatuatrice che ha raccontato al settimanale Grazia di un provino con Brizzi che si è trasformato in molestie sessuali e ha provato a denunciarlo (all’epoca dei fatti – spiega il settimanale – le risposero che non c’erano prove e quindi non si poteva agire).  “Rimaniamo sbalorditi dalla modalità attraverso cui viene propagata un’informazione – ha ribattuto il legale di Brizzi – Dovrebbe esserci un dovere di correttezza e obiettività, ma soprattutto di garantire il contraddittorio alle persone. Si è consentito, questa mattina, di veicolare una dichiarazione di una signora che non ha mai dato vita ad alcun atto ufficiale dinnanzi alle autorità e ha riportato il suo personalissimo pensiero assolutamente non riscontrato. Ritengo che si debba comunque garantire ad una persona, che si sta difendendo in alcuna sede ufficiale, perché ad oggi le confermo che non c’è nessuna denuncia o querela presentata ufficialmente da nessuno“.