Il Nokia 6 è stato il primo smartphone presentato da HMD Global, la nuova “casa dei telefoni nokia“, segnando un importante passo per il rientro del marchio finlandese sul mercato dei device “smart” dopo la non felice parentesi Windows Phone. Lanciato inizialmente in Cina a gennaio, dove ha ottenuto ottimi risultati, in Europa però è arrivato sugli scaffali solo durante l’estate in un mercato, il segmento medio-basso, pieno di validi concorrenti. Abbiamo avuto modo di provare Nokia 6 per alcune settimane, di seguito troverete le nostre impressioni.

Prendendo il mano il Nokia 6 la prima cosa che trasmette è una sensazione di solidità, dando facilmente l’impressione di avere in mano un dispositivo appartenente ad un segmento superiore, grazie al corpo ricavato dalla lavorazione per fresatura di un singolo blocco di alluminio, cosa che ne caratterizza anche il design vedendo lo smartphone di HMD presentarsi con i bordi laterali piani e spigoli appena stondati tra essi e le superfici frontali e posteriori.

Sulla parte frontale gli spazi sono ottimizzati vedendo sotto all’ottimo display FullHD da 5,5″ posizionato il lettore per le impronta digitali, che funge anche da tasto Home, e due tasti soft touch (aumentando dunque la superficie utile del display data l’assenza dei tasti software), mentre nella parte superiore trovano posto lo speaker, la fotocamera ed il logo Nokia. Il retro si presenta abbastanza pulito, leggermente bombato, con l’unica interruzione data dalla cornice che verticalmente contiene la fotocamera posteriore ed il flash.

La fotocamera posteriore da 16MP ci è sembrata buona, tenendo conto del segmento di mercato in cui si posiziona il Nokia 6, riuscendo ad ottenere una buona resa dei colori con luce naturale, ma in condizioni di scarsa luminosità o con luce “artificiale” la fotocamera soffre un po, allungando anche i tempi di messa a fuoco e scatto; per quanto riguarda i video, con la fotocamera posteriore del Nokia 6 è possibile registrare filmati in FullHD ma a massimo 30fps. Per quello che riguarda l’ambito “multimediale” il dispositivo di HMD si comporta abbastanza bene sia nella riproduzione di musica che di video, grazie anche al doppio speaker stereo supportato dalla tecnologia Dolby Atmos.

A bordo del Nokia 6 troviamo Android 7.1.1 in versione stock, grazie al quale il produttore è in grado di garantire in tempi brevi la distribuzione degli aggiornamenti mensili di sicurezza: durante la nostra prova, a telefono appena acceso abbiamo avuto a disposizione già da subito le patch dei mesi precedenti, ricevendo entro metà del mese in corso l’ultimo appena rilasciato. Il sistema è generalmente fluido, anche se non sono assenti piccoli ritardi in animazioni e sul cambio di schermate, dovute principalmente alla parte hardware del dispositivo: lo Snapdragon 430 del Nokia 6 è un SoC di fascia medio-bassa e la sua CPU è si dotata di 8 core, ma con una frequenza massima di  1,4GHz, quindi non si ci può aspettare prestazioni paragonabili a quelle di dispositivi di fascia superiore.

La batteria da 3000mAh a bordo del Nokia 6 nella nostra prova si è mostrata capace di farci arrivare generalmente a fine giornata con abbastanza tranquillità con un normale uso misto composto da telefonate (2h circa), applicazioni social ed ascoltando musica tramite auricolari Bluetooth.  Assenti purtroppo le tecnologie di carica rapida, nonostante il SoC di Qualcomm utilizzato supporti il QuickCharge 3.0, cosa che penalizza un po l’immagine generalmente “premium” che da il dispositivo.


Il Nokia 6 è un ottimo dispositivo per chi ne cerca uno con un buon design ma, anche per questioni di budget, senza necessariamente avere il massimo della potenza. In Italia è in vendita in versioni a singola ed a doppia sim (con secondo slot condiviso con la microSD) ed in due tagli di memorie, 3GB di RAM e 32GB di storage nelle colorazioni Nero Opaco ed Argento, 4GB di RAM e 64GB di storage per la versione speciale Arte Black, con prezzi di listino a partire dai 249€ (ma si trova online anche a qualcosina meno). Il prezzo è però uno dei “problemi” principali a nostro parere per il Nokia 6: nella stessa fascia di prezzo, senza andare ad attingere nel mondo degli smartphone presenti sugli store online cinesi, sono presenti validissimi concorrenti che offrono prestazioni simili ad un prezzo inferiore (es Huawei P9 Lite) o superiori a parità di prezzo (es Motorola Moto G5S Plus).

Pro:

  • Solidità e Materiali
  • Comparto Audio

Contro:

  • Prezzo un po “premium” comparato alle prestazioni
  • Assenza di ricarica rapida