“Non ne sapevo niente, Asia non mi disse nulla al tempo. Non potevo immaginare“. Parole di Dario Argento, regista e padre di Asia, che al Corriere della Sera racconta cosa pensa delle polemiche che hanno investito la figlia dopo la denuncia delle molestie sessuali subite nel caso Weinstein. “Le parole coraggiose di Asia – continua il regista –  stanno scoperchiando finalmente il vaso di Pandora su un sistema marcio. Eppure ora se la prendono tutti con lei, come se fosse lei ad aver sbagliato. La denigrano per non aver rivelato prima. Lo trovo davvero surreale e così maledettamente ingiusto”. E’ affranto e dispiaciuto Argento, mentre racconta di aver saputo tutto solo pochi giorni fa e mentre difende la figlia da “un’altra violenza che si aggiunge alla violenza”, cioè quella perpetrata dai tanti commentatori che in questi giorni accusano Asia di non aver denunciato prima. “Non la sento da qualche tempo – aggiunge Dario – Lei vuole combattere questa battaglia da sola. Mi ha chiesto di rimanerne fuori. È molto determinata. E io la rispetto”.