Ha trovato un ordigno bellico durante una passeggiata e ha deciso di portarlo a casa. Ma la bomba è esplosa nel garage nel momento in cui ha iniziato a maneggiarla. È morto così Alessandro Marini, milanese di 35 anni, mentre si trovava in vacanza nella sua villetta a Vezza d’Oglio in Valcamonica. L’esplosione ha provocato anche danni all’abitazione, mentre le case circostanti sono state evacuate per consentire le verifiche sull’agibilità.

L’uomo aveva trovato il reperto risalente alla Prima guerra mondiale il giorno precedente durante un’escursione in Adamello. Portata in garage, ha iniziato ad esaminarla, cercando di aprirla, probabilmente pensando che fosse disinnescata. Ma la carica esplosiva era ancora attiva. Alessandro, ferito gravemente, è riuscito ad uscire dal garage per cercare l’aiuto dei suoi genitori, ma poco dopo si è accasciato a terra senza vita. Del caso si sono occupati i carabinieri di Breno, i vigili del fuoco e anche gli artificieri dell’esercito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rimini, aggressione in spiaggia: in 4 violentano lei e rapinano lui. Poi stuprano transessuale

next
Articolo Successivo

Rimini, violentata dal branco in spiaggia: “Aiutateci a tornare a casa”. L’amico picchiato: “Ci hanno rovinato la vita”

next