Dimenticatevi la doppia spunta blu di Whatsapp: il futuro (anzi, il presente) della messaggistica istantanea si chiama Telegram. Controlla per voi l’orario del cinema, distrugge le foto compromettenti e vi permette di creare gli stickers con la faccia del vostro beniamino: ecco tutti i motivi per cui non potete fare a meno di installare l’app dei fratelli Durov sui vostri smartphone.

1.È l’app più alla moda del momento
Così come Instagram è il nuovo Facebook (che ormai è il passatempo di trentenni e oltre) Telegram è il nuovo Whatsapp. In altre parole, se volete essere sentirvi giovani dovete dire: “Dai, ti scrivo su Telegram”. Certo, in confronto al miliardo di utenti (e rotti) del concorrente Whatsapp, ‘solo’ 100 milioni di iscritti sembrano ben poca cosa, ma non fatevi ingannare dai numeri: ai giovanissimi piace proprio perché è “di nicchia”, poco mainstream e soprattutto sono sicuri di non trovarci genitori e prof.

I 7 motivi per cui Telegram è meglio di Whatsapp

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Porta a Porta, Silvio Berlusconi alle prese con la controfigura di Dudù (che disdegna le coccole del Noé di Arcore)

prev
Articolo Successivo

Shannen Doherty, capelli al vento e felicità dopo il cancro

next