“L’anno scorso non ho visto tutta questa differenza tra Inter e Juve nello scontro diretto. Sicuramente la Juventus va rispettata perché a volte è oggetto di cattiverie gratuite perché sono forti”. Lo ha detto Luciano Spalletti nel corso della conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore dell’Inter. “Ad Allegri e ai suoi giocatori vanno solo fatti i complimenti per quello che ha fatto, per la seconda finale di Champions”, ha aggiunto. “Quando si hanno calciatori forti di solito si pensa che sia facile vincere. Invece è difficilissimo, facile è avere calciatori normali e non vincere niente. Avere calciatori forti e vincere è difficile. La Juve lo ha fatto e dobbiamo dirgli brava. La dobbiamo rispettare per la sua forza ma il rispetto non va confuso con il timore di giocarci contro”, ha concluso Spalletti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

NBA, “i Golden State Warriors boicottano Trump: non vanno alla Casa Bianca”

next
Articolo Successivo

Xian Emmers, classe ’99, tra i talenti su cui la nuova Inter può puntare

next