“Il sodalizio artistico va bene, sono contenta dei complimenti che gli hanno fatto, ma io ho potuto vivere con lui e godermi Gianni in casa sua con le sue tre figliole. Mi porterò dietro l’uomo. Gianni se n’è andato piano piano, ha avuto un coraggio da leone, è stato molto sereno. Abbiamo potuto ancora ridere e scherzare, abbracciarlo e dargli tanti bacini fino all’ultimo prima di lasciarlo andare”. Così, scoppiando a piangere, Raffaella Carrà, occhiali scuri e giacca beige, ha ricordato Gianni Boncompagni arrivando alla camera ardente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Boncompagni, il ricordo di Renzo Arbore: “Con lui un’amicizia provvidenziale, abbiamo rivoluzionato radio e tv”

next
Articolo Successivo

I Simpson compiono 30 anni: da Michael Jackson a Tony Blair i doppiatori d’eccezione

next