C’è la conferma ufficiale: Apple svilupperà tecnologie per la guida autonoma. Grazie agli speciali permessi di circolazione ottenuti nello Stato della California, i tecnici di Cupertino potranno lavorare su 3 prototipi basati sulla Lexus RX450h, attrezzate con componentistica specifica e sotto la supervisione di sei tecnici.

Inizialmente Apple voleva progettare un’auto tutta sua, partendo da zero; tuttavia ora l’azienda fondata da Steve Jobs sembra pronta a diventare un fornitore di tecnologia per i costruttori interessati ad acquistare hardware e software di guida autonoma da aziende terze.

Apple si aggiunge quindi ad un nutrito gruppo di multinazionali impegnate anima e corpo nello sviluppo di vetture che guidano da sole: fra esse figurano Alphabet, Audi, Mercedes-Benz, Ford, GM, Bosch, Delphi, Nvidia, Nissan e Tesla, tutte autorizzate dal Department of Motor Vehicles a circolare su strada a condizione di avere una copertura assicurativa da almeno 5 milioni di dollari e comunicare alle autorità qualsiasi tipo di guasto avvenuto durante i test stradali.

A Cupertino sono convinti che la guida autonoma e l’intelligenza artificiale possano portare “significativi benefici per l’umanità”, intesi come una enorme riduzione degli incidenti stradali e delle migliaia di vittime correlate. Senza contare il mare di milioni che potrebbero arrivare dall’industria dell’auto, pronta a spendere ogni cifra per non farsi trovare impreparata all’appuntamento con le auto dotate di pilota automatico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pasqua, ecco i gadget da non perdere per i (lunghi) viaggi in auto

next
Articolo Successivo

Guida autonoma, macchine che guidano da sole comandate da “cervelli” che imparano da soli. Quali sono i rischi?

next