Se sei il fratello di Eddie Murphy e fai il suo stesso mestiere, la vita (almeno quella professionale) non deve essere facile. E sarà stato sicuramente così per Charlie Murphy, morto all’età di 57 anni dopo una lunga battaglia contro la leucemia. Ora i colleghi attori ne parlano come di “uno degli uomini più divertenti di tutti i tempi” (la definizione è di Chris Rock, uno che di comicità se ne intende assai), ma la carriera di Charlie non è mai decollata e, a parte qualche collaborazione o particina in alcuni film del fratello (Harlem Nights e Vampiro a Brooklyn, tra gli altri), il suo riconosciuto talento comico è venuto fuori solo in tv, su Comedy Centrale, grazie alla serie telesiva dell’osannato comico Dave Chappelle.

Una carriera all’ombra del fratello, dunque, e una vita addirittura più sfortunata. Tisha Taylor, moglie di Charlie, è morta nel dicembre 2009 di cancro, lasciando tre figli che oggi, a distanza di pochi anni, perdono anche il padre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Valeria Golino sulla fine della storia con Riccardo Scamarcio: “Sto imparando a stare da sola, non è semplice”

next
Articolo Successivo

Giorgia ricorda Alex Baroni: “E’ come fosse ieri, nel mio solito disagio mi unisco a chi oggi ricorda i 15 anni senza di lui”

next