Due sci-alpinisti sono morti travolti dalla valanga che si è staccata in tarda mattinata in Alta Val Malenco, nell’area del massiccio del Bernina, il più alto in Lombardia, a oltre 3 mila metri di quota. Lo conferma un portavoce del Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna. La slavina si è staccata attorno alle 12.15 di oggi a quota 3mila metri nel vallone dello Scerscen. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino di Valtellina e Valchiavenna, ma per i due sciatori non c’è stato niente da fare. I soccorritori hanno constatato il decesso della prima vittima della valanga, e poco dopo hanno individuato e recuperato anche la seconda salma.

E’ illeso invece il terzo sciatore, che è stato recuperato dai soccorritori prima che si staccassero altre slavine. Le indagini sulla tragedia, in una giornata di sole e forte rialzo delle temperature, sono coordinate dal magistrato Elvira Antonelli della Procura di Sondrio. Nelle operazioni di ricerca dei 3 alpinisti inizialmente dati per dispersi hanno preso parte anche militari del Sagf della Guardia di Finanza di Sondrio, oltre a due elicotteri, uno dei quali dei Vigili del fuoco decollato dalla base di Malpensa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Venezia, tentano rapina e usano fumogeni per la fuga. Paura e caos in Piazza San Marco

next
Articolo Successivo

Venezia, il maitre del Caffé Quadri: “Un turista ha sventato la rapina alla gioielleria”

next