È una piccola e allo stesso tempo grande rivoluzione quella annunciata a Los Angeles. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha fatto sapere infatti che da quest’anno le nomination per gli Oscar 2017 ovvero le candidature alla statuetta più ambita da attori e attrici non verranno più annunciate al pubblico di giornalisti e addetti ai lavori dal teatro della sede dell’Academy, a Beverly Hills, ma verranno rese pubbliche via streaming.

Immediatamente dopo l’annuncio l’elenco dei candidati ai 24 premi sarà consultabile sui siti Oscar.com and Oscars.org. Le nomination verranno rese pubbliche il 24 gennaio, come sempre all’alba (alle 5.18 ora di Los Angeles, le 14.18 in Italia) e sostanzialmente poco cambierà, se non la mancanza di quel ristretto pubblico di giornalisti, agenti e pubblicisti ad applaudire e esultare per la candidatura del film al quale si è lavorato.

La trasmissione andrà in diretta su alcune tv Usa come Abc e sulle piattaforme web dell’Accademia di Hollywood  – www.oscar.com e www.oscars.org. In passato invece l’annuncio avveniva con la tradizionale presentazione ai giornalisti nel teatro Samuel Goldwyn di Beverly Hills. L’Academy non ha fatto conoscere le ragioni di questa modifica della procedura e varie ipotesi sono state fatte dagli addetti ai lavori.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

William Peter Blatty morto, addio al creatore de L’Esorcista. L’annuncio su Twitter del regista del film

next
Articolo Successivo

Milano: addio e grazie di cuore al cinema Apollo, oggi l’ultima programmazione

next