Il cantautore Edoardo Bennato in un video esclusivo per il Fatto Quotidiano parla, con lo sfondo di Nisida, di come “il Paese” sia “stato sempre governato in modo approssimativo. Perché è l’Italia che è geneticamente sbagliata”. E usa come metafora una delle sue canzoni più belle e celebri: ‘C’era un Re’. Poi Bennato lancia un appello a Roberto Benigni: “Lo esorto a scendere in campo, datti da fare, al di là delle ciance e dell’ironia. Ora quella di Benigni è indottrinamento attraverso la Divina Commedia o la Costituzione. Perché solo un comico può contrastare un altro comico. L’Italia può essere governata in modo approssimativo, solo da comici. Ormai è solo una gara tra voi” (Guarda il video integrale e la clip con il brano ‘C’era un Re’).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Zygmunt Bauman, morto a 91 anni il sociologo della “modernità liquida”: il suo antidoto al pensiero globale

prev
Articolo Successivo

Cinema, morto Manlio Rocchetti: mago del trucco premio Oscar

next