La mamma, Martina Turco, era scampata al terremoto de L’Aquila nel 2009. Da allora aveva deciso di trasferirsi ad Ascoli, e in questi giorni si trovava insieme al marito Massimiliano e alla sua bimba nella casa delle vacanze ad Arquata del Tronto. Ma la loro piccola Marisol, 18 mesi, è morta, soffocata dalle macerie.

Martina è ricoverata all’ospedale regionale Torrette di Ancona, dove è stata sottoposta a esami diagnostici approfonditi per scongiurare gravi conseguenze per essere rimasta a lungo sepolta sotto pietre e detriti. Il compagno Massimiliano è ricoverato all’ospedale Mazzoni di Ascoli per le ferite riportate in varie parti del corpo, ma non è in pericolo di vita.

In una stanza del nosocomio è stato composto il corpicino di Marisol ed è già iniziato il viavai dei familiari e le visite dei parenti. Su tutti il nonno ascolano Massimo Piermarini: è stato lui la notte scorsa tra i primi a raggiungere l’abitazione di Arquata. “Non volevano farmi passare perché era tutto pericolante, ma io ho detto che non me ne importava niente, che dovevo andare a cercarli: purtroppo per la bambina non c’è stato nulla da fare” ha raccontato, disperato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto Centro Italia, le immagini di Accumoli devastata dal sisma. “Non una casa agibile” – FOTO

next
Articolo Successivo

Terremoto Centro Italia, le immagini di Pescara del Tronto rasa al suolo dal sisma – FOTO

next