Nuovi richiami per le vetture Fca negli Stati Uniti. Dopo i difetti al cambio che hanno i coinvolto 1,1 milioni di auto e quelli agli airbag che hanno colpito 4,3 milioni di veicoli, stavolta tocca a problemi elettronici che potrebbero provocare un calo di potenza. In questo caso, la casa automobilistica italo-americana ha spiegato che i difetti riguardano circa 410 mila vetture.

La campagna di richiamo riguarda quasi esclusivamente veicoli venduti negli Usa e in Canada e coinvolge i seguenti modelli: Chrysler 200 model-year 2015, Ram ProMaster City, Jeep Renegade e Cherokee. Il gruppo ha sottolineato di non essere a conoscenza di incidenti provocati dal problema che verrà risolto in officina con un aggiornamento del software e l’installazione, se necessario, di nuovi cablaggi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pokémon Go, al volante sono un pericolo. L’incidente stradale è dietro l’angolo

prev
Articolo Successivo

FCA, un’indagine interna svelò le vendite gonfiate negli Usa già nel 2015

next