Anche quest’anno il club Bilderberg si è riunito. Hanno parlato di Ttip e dell’effetto Brexit. Rigorosamente a porte chiuse. Perché certe cose è meglio dirsele lontano da orecchie indiscrete.

Per il Ttip è stato così finché hanno potuto. Basti pensare che ai parlamentari italiani è consentito leggere le carte solo per un’ora e sotto stretta vigilanza. Così vuole il ministro Calenda, uomo dei poteri forti.

Sul Brexit invece dovranno accettare il responso della democrazia. Questa fastidiosa prassi che certi club, dalla Trilateral al Bilderberg passando per Aspen, vorrebbero eliminare quanto prima. Un po’ ci sono già riusciti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ttip: sigarette e profitti contro la salute dei cittadini – III

next
Articolo Successivo

Fs-Anas, matrimonio alle porte. Il rischio è che siano spennati i soliti polli

next