FIORE di Claudio Giovannesi, (Italia 2016) Con Daphne Bonori, Josciua Algeri, Valerio Mastandrea. Durata: 110’ Voto 3/5

Daphne ruba da quando è piccola. Forse nessuno le ha dato alternative, la madre scomparsa, il padre esce ed entra dal carcere con regolarità. Viene presa e messa in reclusione minorile dove non si arrende alle regole. Emarginata tra adolescenti marginali, incontra e s’innamora di un “collega” dell’ala maschile, Josh. Incitati da speranza reciproca di un futuro migliore, i due ragazzi creano una complicità tutta loro. Terzo lungometraggio di finzione del romano Giovannesi, Fiore nasce dal desiderio di restituire la realtà raccogliendola dal suo incontro più diretto: i due protagonisti sono infatti non attori che tuttora vivono in situazioni particolari. Il regista è stato bravo ad “accudirli” mostrando loro che un modo diverso era possibile. Duro e tenerissimo, Fiore è stato acclamato alla Quinzaine des realisateurs dove concorreva. Dopo una prima uscita a Roma e Milano, il film dal 1° giugno sarà nei cinema di tutta Italia. (AMP)

INDIETRO

Film in uscita, cosa vedere (e non) al cinema nel week end del 28 e 29 maggio

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MovieDay, la start up per richiedere proiezioni al cinema: “Siamo un canale per i film indipendenti”

next
Articolo Successivo

‘S is for Stanley’, il documentario che racconta il lato umano di Kubrick

next