Il palazzo del Quirinale ospita dal 19 maggio la mostra “Orizzonti d’Italia dagli elicotteri della Polizia di Stato“, realizzata con gli scatti fotografici di Massimo Sestini, vincitore del World Press Photo of the year 2015, che quest’anno ha realizzato anche gli scatti del tradizionale calendario della Polizia. E’ un’Italia mai vista quella esposta nella Galleria di Alessandro VII fino al 5 giugno: i paesaggi del nostro Paese sono stati immortalati dal fotografo, volando con gli elicotteri impiegati dalla Polizia, in condizioni di luce particolarissime, durante la fase del crepuscolo. Da Lampedusa alle Alpi, gli scatti mettono assieme “in un unico orizzonte di morbida luce le meraviglie del nostro Paese”, spiegano dalla Polizia.

Quello che era un privilegio esclusivo dei piloti della Polizia di Stato nello svolgimento delle loro missioni, per due settimane sarà a disposizione di tutti. Gratuitamente. All’inaugurazione della mostra, che potrebbe diventare itinerante, hanno preso parte il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Capo della Polizia Franco Gabrielli.

Per l’occasione sui profili Twitter della Polizia di Stato è stato lanciato appositamente l’hashtag #OrizzontidItalia. Per le visite occorre la prenotazione. Qui le istruzioni

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Duetti #12, Luigi Nacci e Sparajurij: la poesia è sempre in cammino

next
Articolo Successivo

ARF! Festival del fumetto, 4 (+1) buone ragioni per esserci

next