Nei giorni precedenti il Festival della Canzone Italiana di Sanremo, nei giorni del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, nei giorni subito successivi al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, sembra che non esista altro che il Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Almeno per il mondo della musica. Tutte le uscite sono bloccate. La promozione rinviata. Andarci sembra per alcuni l’unica opportunità. Ma poi, finita la kermesse, cosa rimane? Quante canzoni, negli ultimi anni, sono partite dal palco dell’Ariston per conquistare l’Italia e il mondo? Quanti giovani artisti sono sbocciati in riviera? Quanti Big rinati?

Abbiamo preso come modello le ultime dieci edizioni, da poco prima che nascessero i talent a oggi. Anno per anno, cercando di scoprire se, in effetti, Sanremo è Sanremo, come recitava un noto slogan coniato da Pippo Baudo. Pippo Baudo che, in questo decennio, solo per una volta ha guidato il carrozzone in questione, come a voler testimoniare che, forse, Sanremo non è più tale.

Sanremo 2016, cosa è rimasto degli ultimi 10 Festival?‏ Da Emanuele Filiberto & Pupo al lato B di Lola Ponce

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sanremo 2016, non solo tv. Ecco come seguire il Festival in radio

prev
Articolo Successivo

Sanremo 2016, la controprogrammazione di Mediaset. Il Biscione sfida la Rai con scelte più mirate rispetto al 2015

next