Dopo 9 anni di ininterrotto dominio finisce l’era Klitschko nella boxe. Tyson Fury è infatti il nuovo campione del mondo dei pesi massimi. Davanti ai 55mila spettatori della Esprit Arena di Dusseldorf, il gigante britannico (2.06 cm per 117 kg di peso) ha sconfitto ai punti dopo 12 riprese il campione in carica conquistando il titolo WBA, WBO e IBF. Il 27enne Fury è l’ottavo pugile britannico nella storia a diventare campione del mondo dei pesi massimi. Dato sfavorito 4/1 alla vigilia, il neo campione ha battuto Klitschko con una boxe elegante, misurata e in in cui ha fatto valere la sua altezza e la sua freschezza dominando nettamente l’incontro contro il 39enne ucraino. Il giudizio dei giudici è stato infatti unanime a favore di Fury: 115-112, 115-112 e 116-111.

Nato in Irlanda 27 anni fa, cresciuto nei sobborghi di Manchester, Tyson (chiamato così in onore del grande Iron Mike) Fury si è fatto notare per i suoi comportamenti istrionici e provocatori tanto da essere soprannominato ‘Gypsy King‘. “Sei un grande campione Vlad, grazie molto per avermi dato questa occasione” ha detto poco dopo l’annuncio della sua vittoria. “Ho scherzato nell’arrivare all’incontro, volevo solo essere fiducioso, giovane e sfacciato”, ha aggiunto. “Ho sempre detto quello che avrei voluto fare stasera. Sapevo che potevo venire qui e far saltare il banco”, ha dichiarato successivamente Fury alla BBC. “Ho sempre saputo che avrei potuto vincere. Vladimir lo sapeva, il suo team lo sapeva. Ho visto nei suoi occhi stasera che stava per perdere il match e che vedeva in me un nuovo e affamato campione”, ha dichiarato ancora. “Non ho mai abbassato lo sguardo davanti a lui. Io non ero nervoso per il pubblico, perché sapevo che sarei diventato il nuovo campione del mondo dei pesi massimi. Dio mi ha dato la possibilità di fare quello che ho fatto e lo voglio ringraziare per questo. Con Dio, tutto è possibile. Grazie mille e Buon Natale”, ha concluso raggiante il neo campione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dino Zoff, apprensione per l’ex ct della Nazionale ricoverato in ospedale

prev
Articolo Successivo

Kobe Bryant, la stella dei Los Angeles Lakers si ritira. Scrive lettera d’addio all’Nba (FOTO)

next