“Tra i tanti personaggi della storia italiana, lei avrà qualcuno che ammira particolarmente, no?”. “Sì”. “A scuola avrà letto qualche libro…E dica un personaggio importante che le è particolarmente piaciuto e al quale si è affezionata”. “Michael Jordan“. Non bastava la gaffe “storica” in diretta nel corso della finale di Miss Italia: la vincitrice del concorso di bellezza Alice Sabatini incappa in un’altra figuraccia.

Tutto va in onda durante la puntata del 22 settembre di Striscia la notizia dove, a fronte della domanda di Valerio Staffelli sul suo personaggio italiano preferito, la 18enne di Castro – in provincia di Viterbo – sceglie il celebre cestista Usa, star dei Chicago Bulls. Una risposta che le è valso il Tapiro d’oro.

Dopo avere ricevuto il ‘premio’, a Pomeriggio Cinque continuava a giustificarsi dopo la frase sulla guerra nella serata della finale. “Mi è uscita veramente male”, ha detto. “La mia è stata una risata imbarazzata. Non è quello che intendevo ma mi frullavano tanti pensieri in testa”. E ancora: “So che era un periodo terribile per tutti, anche per le donne, ho detto così perché vorrei capire quello che ha vissuto mia nonna, cos’ha dovuto passare, perché è una donna eccezionale, è stata una donna forte e rappresenta la forza delle donne”.

E a Barbara D’Urso ha spiegato che la cosa che le ha dato più fastidio sono stati i meme, apparsi sui social network, che la ritraggono durante lo sbarco in Normandia. “Li ho trovati disgustosi”, ha commentato. E all’indomani della sua elezione, tornando sulla risposta data al giurato Claudio Amendola aveva detto: “Mi avrebbero insultata anche se avessi risposto diversamente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rimmel 2015, parla L’Orage: “Noi, chiamati da Francesco De Gregori sul palco dell’Arena di Verona”

next
Articolo Successivo

Grande Fratello 2015, al via la 14° edizione: tra i concorrenti un ex monaco trans, un ex obeso e un sordo

next