Una vittoria mai in discussione: Jovanotti, secondo i lettori del Fatto Quotidiano, è di gran lunga l’italiano più sopravvalutato in circolazione. Il sondaggio ha raccolto più di 21mila voti: un’infinità, tenendo conto che è agosto e che il partito dell’attuale Ministro dell’Interno ne prenderebbe molti di meno. Jovanotti ha sbaragliato la concorrenza. Dietro di lui, rispettivamente secondi e terzi, Balotelli e Fabio Volo. Giù dal podio, ma staccati di poco, Giovanni Allevi e Ligabue.

Poi I Soliti Idioti, Monica Bellucci e Alessandro Siani. Più distanti gli altri: Modà, Federico Moccia (decimo), Panariello, il rapper Moreno, Frank Matano, Ezio Greggio, Emma Marrone (15esima), Asia Argento, Silvio Muccino, Stefano Accorsi, Biagio Antonacci e Massimo Ghini (20esimo).

Tra i nomi segnalati dai lettori e non compresi nella ventina iniziale, che limitava la presenza di starlette televisive e che escludeva giornalisti (altrimenti vincevamo noi) e politici (altrimenti avrebbe vinto facile Renzi), i più gettonati sono stati Vasco Rossi, Leonardo Pieraccioni, Barbara D’Urso, Carlo Conti, Pintus e Fedez. Il concetto di sopravvalutato è oltremodo personale e presuppone, quantomeno, un grosso pubblico disposto a seguirti. È dunque verosimile che Jovanotti abbia “vinto” anche per il suo grande successo, reputato da molti profondamente immeritato. Tra le critiche più frequenti rivolte all’artista: stonato, furbastro, mieloso, poco coraggioso e smisuratamente filogovernativo. Balotelli, staccato di quasi 400 voti, paga la crisi perdurante che lo attanaglia dall’Europeo 2012. A Fabio Volo non si perdona il trionfo come romanziere. Grande rammarico per Allevi, che dopo l’orrore vivido del suo inno per la Serie A meritava qualcosa più di un misero quarto posto.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Vladimir Luxuria: “Ho amato un politico molto importante, anni di incontri clandestini nella periferia di Roma”

next
Articolo Successivo

Luigi Brugnaro, sul suo profilo Twitter l’immagine del manifesto di Mika. La rete lo attacca, lui si difende: “Pura solidarietà”

next