Mi viene in mente la morte di Reiser. Ve lo ricordate? Il più grande vignettista francese insieme a Wolinski. Era malato di cancro e per la sua ultima copertina di Charlie Hebdo disegnò una bara che camminava con due piedini (i suoi) e la scritta: “Reiser sta meglio, va al cimitero a piedi.”
Di prendere per il culo la morte Wolinski non ha avuto il tempo, i terroristi hanno più fretta del cancro. Ma la mamma è la stessa.

satira islamica

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Je suis Charlie, media “offrono” i loro giornalisti per salvarlo. Solidarietà online

next
Articolo Successivo

Charlie Hebdo, Giannuli sul blog di Grillo: la tesi del complotto dietro l’attentato

next