Michael Phelps, il pluricampione olimpico di nuoto, è stato arrestato per guida in stato di ebbrezza nella notte del lunedì nel Maryland. La notizia è riportata dal sito americano Tmz ed è stata confermata dalla polizia locale. 

Phelps è stato fermato mentre guidava la sua Range Rover a 135 km/h in una zona con un limite di 72 km/h, e “non è stato in grado di superare in modo soddisfacente una serie di test per verificare il tasso alcolemico” riferisce la polizia. Il campione di nuoto, che ha collezionato in carriera 22 medaglie ai Giochi Olimpici, è stato poi rilasciato. L’atleta statunitense era già stato arrestato per lo stesso motivo nel 2004, quando era diciannovenne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Malagò condannato dalla Federnuoto: “Violati obblighi di lealtà e correttezza”

next
Articolo Successivo

Coppa del Mondo di sci: Bormio perde la discesa libera

next