Capita a chiunque si curi di una pasta madre: a un certo punto inizia inevitabilmente a fare un po’ di odore cattivo. E poi il pane non è buono come sempre… Ma non c’è motivo di andare in panico.

Per esperienza, vi dico che potete provare questo espediente anche se vi dimenticate di rinfrescare la vostra pasta madre per troppo tempo e inizia ad andare a male, o se tornate dalle ferie e la trovate moribonda (la prossima volta vi dico come conservarla quando andate in vacanza). Ma ricordate che il bagnetto la indebolisce un po’, per cui poi fate due o tre rinfreschi a distanza di poco tempo (tra le 6 e le 12 ore) prima di rimettervi a fare il pane.

See you next time!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Autodromo contro Parco, a Monza va in scena la solita Italia che non decide

next
Articolo Successivo

Fatto del Lunedì – Gioventù ubriaca, dal goccio di troppo al bicchiere senza danni

next