Il mercato dell’auto torna a crescere in Italia, ma le vendite di Fiat continuano a calare. Il gruppo torinese ha immatricolato nell’anno appena concluso 373.771 nuove vetture all’interno del Paese, in calo del 9,94% rispetto alle 415.046 del 2012, mentre a dicembre le vendite sono scese del 2,62% a 24.809 unità. Un risultato decisamente più rassicurante rispetto al -12,33% registrato a novembre, ma ancora negativo se paragonato al dato generale del settore.

A dicembre il mercato dell’auto in Italia è tornato infatti a crescere segnando un rialzo dell’1,40 per cento. Le vetture immatricolate sono state 88.705, contro le 87.480 di un anno fa. Negativo, invece, il bilancio 2013 che segna un -7,09% a 1.303.534 unità, contro le 1.403.010 del 2012.

Le brutte notizie per il Lingotto, che ha appena annunciato la scalata al 100% di Chrysler, riguardano anche la quota di mercato del gruppo, che si è attestata in Italia al 28,67% nel 2013, in calo rispetto al 29,58% del 2012. A dicembre invece la quota è scesa al 27,97% dal 29,12% di un anno fa. A novembre la quota di mercato del gruppo Fiat era al 27,19 per cento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Novità 2014: dalla Smart all’X4, le venti auto da non perdere nel nuovo anno

next
Articolo Successivo

Dopo lo xeno e i Led, ecco i fari laser. Le tedesche pioniere della nuova tecnologia

next