“Se di fronte alla minaccia di una nuova guerra la laicità significa indifferenza, allora viva il Papa”. Queste le parole di Vauro Senesi, a margine dell’evento organizzato alla Versiliana per ricordare don Andrea Gallo assieme a Dori Ghezzi, Cinzia Monteverdi, Domenico Chionetti e Fabio Scaltritti della Comunità di San Benedetto al Porto. Una figura, quella di don Gallo, che ha sempre portato un forte messaggio di pace e in questo momento di forte tensione, almeno in questo, quella Chiesa a cui don Gallo non ha mai risparmiato critiche, sta facendo sentire la propria voce. “Non so quanto un papa possa incidere su eventi come le guerre – ha detto Dori Ghezzi -, i messaggi che ha lanciato Papa Francesco fanno ben sperare, se deve fare politica che la faccia nella direzione giusta” di Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

LA PROFEZIA DEL DON

di Don Gallo e Loris Mazzetti 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il primo giorno della festa del Fatto Quotidiano – Fotogallery

next
Articolo Successivo

Costituzione, Padellaro: “Colle si fermi, la carta non si cambia senza il consenso”

next