”Accettiamo la sconfitta, facciamo i nostri complimenti a Marino, ma avvertiamo tutti: non abbiamo nessuna intenzione di scomparire da questa citta’ e rilanceremo e rigenereremo con forza quella che e’ la nostra presenza”. Gianni Alemanno lascia il Campidoglio sconfitto da Ignazio Marino. ”C’e’ un dato complessivo del centrodestra che non pare essere positivo quindi credo che la riflessione debba essere ampia, perche’ dal punto di vista amministrativo con Roma il centrodestra perde l’ultimo sindaco importante che aveva in Italia”. Quindi la riflessione va fatta non solo su Roma, ma anche a livello nazionale per comprendere quali risposte dare”, ha spiegato Alemanno

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma 2013, Gasparri: “Pdl ha bisogno di maggiore radicamento sul territorio”

next
Articolo Successivo

Elezioni Brescia, vince Del Bono: “In Comune bilancio di previsione e piedi per terra”

next