Gianni Alemanno scende una seconda volta nel suo quartier generale dopo il discorso di Ignazio Marino ed afferma: “Nessuna recriminazione col Pdl e con Berlusconi“, provando così a spegnere sul nascere le polemiche con il partito maggiore del centrodestra che ha perso tutti i ballottaggi contro il centrosinistra. “Il punto grave – precisa il sindaco uscente della Capitale – è l’astensionismo. Non serve fare lo scarica barile, mi prendo tutte le colpe io. Questo non è il de profundis della destra, abbiamo le energie per ripartire, noi siamo la speranza e il futuro di Roma”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Roma 2013, Marino: “Sarò il sindaco di tutti”

next
Articolo Successivo

Roma, vox tra gli elettori del Pd: “E’ la vittoria di Marino più che del partito”

next