Da Cisco ex dei Modena City Ramblers al Piotta, dai Quintorigo agli Afterhours, passando per i 99 Posse e i Sud Sound System, ma non solo. Eccoli i musicisti indipendenti che hanno aderito all’appello del Mei, il meeting delle etichette indipendenti, per registrare un brano musicale e raccogliere fondi per i terremotati in Emilia-Romagna. Il brano s’intitolerà Ancora in piedi, sarà distribuito da «Made in Etaly» e uscirà il 21 giugno durante la Festa della musica.

Il progetto “Iper”, dall’acronimo “Indipendenti per l’Emilia-Romagna“, nasce grazie ad Arci e AudioCoop e dal Mei, mentre i fondi raccolti saranno versati sul conto di Banca etica e andranno a sostenere direttamente le esperienze locali in maggiore difficoltà per le conseguenze del sisma.

Oltre agli artisti già citati, sotto l’egida del Piotta suoneranno anche Pierpaolo Capovilla del Teatro degli orrori, Erriquez della Bandabardò, Andrea Ferro dei Lacuna coil, Eva Poles, Ridillo, Nuju, Federico Poggipollini e Le Braghe Corte.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Santarcangelo 2012: a luglio il meglio del teatro internazionale in anteprima

next
Articolo Successivo

Dante, l’artista delle “mutande”, nel documentario di Walter Ciusa al Biografilm 2012

next