Il premio per miglior lungometraggio del Torino Lgbt Film Festival è stato assegnato alla pellicola brasiliana A Novela das 8 (La telenovela delle 8) di Odilon Rocha. Il regista spiega che in Brasile, all’inizio degli anni ’80, tutti si fermavano alle otto di sera per vedere la telenovela “Dancing Days”, ambientata in una discoteca di Rio de Janeiro. In quegli stessi anni la c’era chi viveva in clandestinità per sfuggire alla repressione della polizia, come i genitori del protagonista legati ai movimenti di lotta comunista. La tematica omosessuale rimane sullo sfondo del film, ma non per questo perde la sua forza. Tra la giuria che ha scelto il fim di Rocha c’era anche Fabio Canino, che ha ironicamente istituito il premio Giovanardi: “per la frase fuori luogo”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Book across Balkans”, lo spettacolo teatrale che accoglie chi porta un libro

next
Articolo Successivo

Il Male in edicola con le finte prime pagine del Corriere dello Sport e di Tuttosport

next