Da “Partite & partiti”. Mentre Bini Smaghi non schioda dalla sua poltrona nel board Bce, Sinisa Mihajlovic fa altrettanto sulla panchina della Fiorentina. I Viola non decollano ma i Della Valle continuano ad affidarsi a Mister Mihajlovic. Per fortuna è un campionato di lumache. La Juve, ad esempio: da quando è tornata in vetta alla classifica, tiene una media di due punti a partita. La serie A sembra un torneo di ciapanò: vince chi fa meno punti. Fa discutere il rigore contro l’Inter. Paolillo ha tuonato: “C’è un andazzo che non mi piace, vorrei che la Federcalcio intervenisse”. Il banco di prova arriva sabato con Inter – Juventus.
Di Oliviero Beha

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pompei, Galan: “105 milioni dall’Ue”

next
Articolo Successivo

Ztl di Napoli, arrivano le telecamere

next